20 Settembre 2017
immagine di testa


Analisi

L´acqua è il veicolo che trasporta le sostanze nutritive alle cellule e dalle stesse ne elimina le impurità.
Il sodio contenuto nell´acqua minerale Tesorino è così ben equilibrato che favorisce il drenaggio del nostro organismo. Ecco perchè è preferibile un´acqua medio minerale come la Tesorino.
L´acqua Tesorino stimola la diuresi così COMBATTE LA RITENZIONE IDRICA!
Siamo fatti principalmente di acqua! Rinnoviamola spesso per dissetare la nostra salute: i medici infatti, consigliamo di berne almeno due litri al giorno.




CHE COS´È DAVVERO IL RESIDUO FISSO?
Il residuo fisso è una delle tante caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua e permette la classificazione in acque:

MINIMAMENTE MINERALIZZATE (residuo fisso < 50mg/l)
OLIGOMINERALI (50mg/l MEDIO-MINERALI (500mg/l RICCHE DI SALI (residuo fisso > 1500 mg/L)

Il residuo fisso viene chiamato così in quanto indica la quantità di sali, espressa in mg/litro, residua ovvero che resta dall’evaporazione di un litro di acqua a 180 °C, indica sostanzialmente quanto l’acqua è ricca in minerali.
Un’acqua ad alto residuo non è peggiore o migliore di una a residuo fisso più basso, contiene semplicemente più sali minerali.
Voler definire la qualitá dell’acqua in base a questo valore non è quindi corretto essenzialmente per due motivi:
i sali minerali non sono sostanze dannose, ma bensì utili per il nostro organismo, che ne necessita in quantità e qualità diversa in base all’etá, allo stato di salute e allo stile di vita
il residuo fisso indica solo il valore assoluto di sali minerali, per capire il tipo di acqua specifico è necessario leggere in etichetta quali minerali sono maggiormente presenti
 
Un’acqua può avere un residuo fisso molto alto dovuto alla presenza in grandi concentrazioni solo di uno o due sali minerali mantenendo bassi tutti gli altri. E’ essenziale quindi andare a leggere la concentrazione di quali sali minerali sia maggiore per capire quale acqua vada più incontro alle proprie esigenze.
 
COME SCEGLIERE L’ACQUA IN BASE AL RESIDUO FISSO?
L’acqua è la principale fonte di sali minerali che ci permette di reintegrare quelli persi non solo durante l’attività fisica, ma anche nelle attività quotidiane. La scelta dell’acqua va basata chiaramente sulle caratteristiche fisiche, di salute e di stile di vita della persona; ma in generale vale il concetto che un’acqua medio minerale è ideale per tutti coloro che svolgono una vita attiva e sono particolarmente indicate durante la gravidanza, quando il fabbisogno soprattutto di calcio e magnesio aumenta, per i bambini e gli adolescenti nelle varie tappe della crescita, quando è maggiormente importante un apporto appropriato di tutti i minerali e ovviamente durante l’attività sportiva, dove un’acqua minerale ricca sostituisce in maniera naturale gli integratori di sali minerali. Per gli anziani invece generalmente sono indicate acque oligominerali ma ricche di calcio. Particolare attenzione va riservata ai lattanti, per i quali è necessario impiegare le acque che presentano in etichetta la dicitura “adatte all’alimentazione dei neonati”, queste acque seguono precisi standard indicati dal ministero della salute fra i quali un basso valore di residuo fisso, non superiore a 150 mg/l, quindi delle oligominerali o minimamente mineralizzate, con scarso tenore di sodio, potassio e cloro. Casi a parte sono invece la presenza di patologie, in particolare dell’apparato urinario, biliare, cardiovascolare, regimi dietetici in cui è necessaria un’azione diuretica marcata e ad altre condizioni similari per le quali sarà il medico ad indicare il tipo di acqua più adatto in base al quadro clinico del paziente.
Il residuo fisso è quindi un valore molto importante che ci permette di valutare la ricchezza di sali minerali dell’acqua e non un nemico della nostra salute.

 
#acquainforma #acquatesorino
per approfondire: www.fondazioneperlascienza.ch/quaderni/q07.pdf


Documenti
Dimensione: 393,62 KB

Realizzazione siti web www.sitoper.it