17 Ottobre 2017
[]

News

SALI MINERALI: che cosa sono e come sono presenti nell’acqua?

01-10-2017 08:53 - Articoli
Sappiamo del ruolo fondamentale che ricoprono i sali minerali per il benessere del nostro organismo e dell´importanza di reintegrarli dopo l´attività sportiva, soprattutto durante i mesi più caldi.
Ma che cosa sono i sali minerali?
In realtà le domande da porsi sono due, che cos´è un sale e che cos´è un minerale.
Un sale è un composto elettricamente neutro ed è generalmente solido. Semplificando molto la teoria chimica che ne sta alla base, i sali sono neutri perché costituiti da elementi carichi negativamente (detti anioni) e da elementi carichi positivamente (detti cationi). La somma delle cariche di questi elementi dà zero (neutralità). Prendendo come esempio il sale per eccellenza, il cloruro di sodio, ovvero il sale da cucina: è costituito dall´anione cloruro che possiede 1 carica negativa e dal catione sodio, che possiede 1 carica positiva, -1+1=0. Questo vale, in maniera più o meno complessa, per tutti i sali.
I minerali a cui si fa riferimento in campo nutrizionale non sono ovviamente quelli che costituiscono pietre e rocce studiate dalla mineralogia, ma sono alcuni degli elementi che si trovano nella tavola degli elementi chimici (la tavola periodica):
Ca: Calcio, Na: Sodio, Mg: Magnesio, K: Potassio, P: Fosforo, S: Zolfo, Cl: Cloro, Fe: Ferro, questi sono alcuni dei principali con il relativo simbolo chimico.
Questi elementi, da soli o uniti ad altri elementi come ossigeno (O) e idrogeno (H), possono costituire anioni (avere delle cariche negative) o cationi (avere delle cariche positive): unendosi in modo che la carica totale sia zero formano sali, i sali minerali.
I sali minerali, sono elementi essenziali sia della struttura che del funzionamento degli esseri viventi vegetali ed animali. Nell´uomo costituiscono circa il 6-7% del peso corporeo e sono distinti in macroelementi (Calcio, Sodio, Magnesio, Potassio, Zolfo, Cloro, Ossigeno, Idrogeno) e in oligoelementi (ferro (Fe), rame (Cu), zinco (Zn), iodio (I), selenio (Sn), cromo (Cr), cobalto (Co), fluoro (F)). I macroelementi sono quelli maggiormente rappresentati che più abbiamo bisogno di reintegrare, dei microelementi ne necessitiamo invece solo in piccole quantità, talvolta dell´ordine dei microgrammi al giorno.
L´acqua minerale, in quantità diverse in base al tipo specifico e al residuo fisso, contiene buona parte dei macroelementi che si trovano disciolti in essa sotto forma di anioni o cationi, indicati in etichetta con il loro simbolo chimico, la loro carica elettrica e la quantità presente in mg/litro: Na+(sodio), K+ (potassio), Cl-(cloruro) Ca++(calcio), Mg++(magnesio), HCO3- - (bicarbonato) SO4- - (solfato) sono quelli generalmente presenti. La forma in cui i macroelementi si trovano nell´acqua è quella in cui sono più facilmente assimilabili dall´organismo.
per approfondire: www.epicentro.iss.it
http://www.tesorino.com/Sport-Water.htm

Realizzazione siti web www.sitoper.it